TEATRO BLU MILANO via Cagliero 26 - 20125 Milano
Home » CORSI E SEMINARI

CORSI E SEMINARI

IO E GLI ALTRI - CORSO SERALE ADULTI

IO E GLI ALTRI - CORSO SERALE ADULTI - TEATRO BLU MILANO

Come affrontare il gruppo divertendosi

Condotto da Gaia Baggio

Ogni spettacolo di successo, prosa, lirico, balletto, concerto, musical, cabaret  prevede che un gruppo di artisti e professionisti appassionati lavori ad un progetto comune che termina sul palcoscenico  davanti a un pubblico. L’armonia, il piacere di stare insieme oltre all’apporto delle differenti personalità e professionalità  sono elementi indispensabili  al successo di un prodotto artistico capace di riscuotere il consenso del pubblico. Come sosteneva K.Lewin il gruppo è una grande risorsa “l’intero è maggiore della somma delle parti”. Il risultato finale del lavoro di un gruppo è più rilevante (per ampiezza, qualità, complessità, innovazione, valore) della somma dei contributi dei  partecipanti. Lavorare insieme può essere bellissimo e divertente. O può essere un incubo. Anche nella creazione di un gruppo per lo sviluppo di un progetto che prevede l’interazione di persone differenti tra loro, che non si sono scelte ma devono collaborare in una particolare situazione,  le tecniche teatrali possono essere d’aiuto.

Un percorso teatrale prevede l’apertura verso gli altri senza giudizi e pregiudizi, insomma come suggerisce Pirandello “Prima di giudicare la mia vita o il mio carattere mettiti le mie scarpe, percorri il cammino che ho percorso io. Vivi il mio dolore, i miei dubbi, le mie risate. Vivi gli anni che ho vissuto io e cadi là dove sono caduto io e rialzati come ho fatto io”. In questa fase utili suggerimenti per ridurre le conflittualità ci vengono anche dal metodo dei Sei cappelli per pensare di  Edward De Bono che aiuta a comprendere l’altro  valutando una situazione da diverse prospettive. La creazione di un gruppo si basa principalmente sul teatro come gioco, e quindi l’esperienza della “scena” diventa mezzo attraverso cui ogni partecipante usa i propri strumenti (creativi, fisici…), e si relaziona con le proprie inibizioni e resistenze, esplorando il fragile terreno della conoscenza dell’altro, del sé, della fiducia nei confronti di un gruppo e di un ambiente. Socializzazione, ascolto, fiducia, espressività corporea e creativa sono punti di partenza per un lavoro individuale e collettivo trasversali a tutta l’esperienza laboratoriale. Le persone più estroverse lavorano meglio in gruppo. Quelle introverse spesso più originali lavorano meglio da sole.  Ma tutti devono essere disposti a mettersi in gioco per raggiungere un obiettivo comune: la realizzazione di uno spettacolo. Se ti interessa apprendere le tecniche teatrali per la creazione di un gruppo, scrivici, per te un dono di benvenuto se deciderai di iscriverti.

 

CORSO ANNUALE 2017-2018 ISCRIZIONI CHIUSE

SPETTACOLO DI FINE CORSO DOMENICA 13 MAGGIO 2018 ORE 21 presso il Teatro Blu di via Cagliero 26

APERTURA ISCRIZIONI CORSO 2018-2019 VENERDì 1 GIUGNO 2018

per informazioni scrivere a info@teatroblu.org o telefonare a 3802812735

Photo Credit I.Bulgarin – Shutterstock 

GIOCANDO CON IL TEATRO - CORSO BAMBINI 4-11 ANNI

GIOCANDO CON IL TEATRO - CORSO BAMBINI 4-11 ANNI - TEATRO BLU MILANO

 

CORSO ANNUALE 2017-2018 - ISCRIZIONI CHIUSE

Condotto da Gaia Baggio

SAGGIO DI FINE CORSO:  SABATO 19 MAGGIO ALLE ORE 16 presso il Teatro Blu di Via Cagliero 26

APERTURA ISCRIZIONI CORSO 2018-2019 venerdì 1 giugno 2018

Per informazioni scrivere a info@teatroblu.org o telefonare a 3802812735

SEMINARIO LETTURA ESPRESSIVA - BASIC - AUTUNNO 2018

SEMINARIO LETTURA ESPRESSIVA - BASIC - AUTUNNO 2018 - TEATRO BLU MILANO

Come aggiungere colore, sapore e musica ad un racconto.

Con la lettura ad alta voce,  un testo,  un romanzo,  una poesia,  una lettera, un articolo di giornale,  un progetto scientifico, persino il bilancio di un’azienda possono trasformarsi, arricchirsi,  incantare l’ascoltatore, creare una meraviglia. Sogni di leggere ad alta voce una poesia o un testo da te creati ad una platea  rapita dal suono della tua voce? Leggere con espressività e creatività è un processo che riguarda sia la lettura interiore che quella ad alta voce. Leggere ad alta voce significa trasformare le parole scritte in immagini, suoni, profumi e sapori vivi in grado di emozionare l’ascoltatore e fornirgli nuove visioni della realtà. In varie situazioni è importante migliorare la capacità di farci ascoltare, esprimere noi stessi e comunicare con gli altri attraverso un corretto utilizzo della voce, perfezionando  le proprie capacità interpretative  di un testo. Anche in questo caso esistono tecniche teatrali vocali e interpretative che consentono di potenziare le capacità espressive  nella lettura ad alta voce di un testo, per “farlo vivere”, dando il giusto valore all’emissione vocale, alle pause, ai ritmi , evocando  immagini e situazioni emotive ed aumentando “il gusto per la lettura”. La magica combinazione di ritmo, tono e volume, unita a qualche “nozione base” di dizione,  rende qualsiasi tipo di lettura piacevole e interessante, sia per chi legge che per chi ascolta. Una voce intensa, chiara e sensibile con una lettura fluida e credibile  catturano l’attenzione dell’ascoltatore, anche quella di un bambino che vuole ascoltare una fiaba. Condividere l’emozione di un racconto,  far emergere il valore sonoro delle parole, leggere in modo appassionato e coinvolgente può essere appreso attraverso la conoscenza e l’esercizio di alcune tecniche vocali e respiratorie  e  di “piccoli segreti” per mantenere viva l’attenzione di chi ci ascolta. 

 

Seminario Lettura Espressiva 

Come: 2 incontri di 5 ore in un week end.
Quando : autunno 2018
Quanto: 90 euro
Insegnante: ElisaBetta Cucci, speaker e doppiatrice
massimo dieci partecipanti
Per informazioni e iscrizioni : scrivere a info@teatroblu.org oppure telefonare a +393802812735

CORSO DI PUBLIC SPEAKING CON TECNICHE TEATRALI

CORSO DI PUBLIC SPEAKING CON TECNICHE TEATRALI - TEATRO BLU MILANO

Come cavalcare l’ansia da palcoscenico.

Condotto da Irene Quartana

Tremi al pensiero dell’esame di maturità? Gli orali all’università sono un tormento? I colloqui di lavoro ti fanno stare sulle spine? Tornando alla metafora del teatro-vita,  parlare in pubblico non è altro che preparare un proprio copione, fatto di parole e gesti e rappresentarlo davanti ad un gruppo di persone.  Sembra facile, ma spesso il discorso che ti sembra perfetto quando provi davanti allo specchio, non raggiunge lo stesso risultato quando “vai in scena”.  Ti senti impacciato, imbarazzato, goffo, con la voce che a volte fatica a farsi sentire. L’ansia ti paralizza, non ricordi le cose importanti da dire e non valorizzi il  lavoro o le ore di studio che hai dedicato al progetto.   Non riesci a stabilire un contatto con il pubblico e a coinvolgerlo con il tuo entusiasmo, la tua convinzione e la tua personalità. Vorresti solo finire in fretta e scappare via. Peccato, un’occasione persa. Gli attori in accademia imparano  tecniche  per acquisire sicurezza e “presenza” scenica che possono essere apprese ed utilizzate con successo anche fuori dal palcoscenico. Queste tecniche teatrali sono ginnastica per la mente, il corpo, le emozioni che migliorano la sicurezza e la padronanza delle proprie capacità. I movimenti del corpo, i gesti delle mani, la mimica facciale, lo sguardo, il contatto visivo, il modo in cui occupiamo lo spazio, la qualità e il tono della voce sono  segnali che mandiamo al nostro ascoltatore che a volte sono più importanti o possono contraddire il contenuto del nostro discorso. E’ importante che tutto lavori nella stessa direzione. Esistono precise tecniche di comunicazione anche per questo. E’ anche importante riuscire a controllare le proprie emozioni e gestire lo stress e l’ansia prima e durante la presentazione, questo è possibile preparandosi al rilassamento o facendo esercizi di respirazione. Ecco un’interessante articolo di Forbes sull’argomento Acting Techniques That Make Public Speaking More Fun and Fearless

Perché frequentare un corso teatrale per parlare in pubblico?

  1. superare l’effetto freeze quando parli davanti ad un gruppo di persone
  2. imparare ad esporre valorizzando le tue conoscenze e competenze
  3. apprendere come attirare e mantenere l’attenzione della tua audience

Attenzione: la frequenza del corso non sostituisce lo studio e l’impegno.

Ti abbiamo incuriosito e vuoi saperne di più? Scrivici a info@teatroblu.org oppure telefona a 3802812735

In primavera programmeremo una nuova edizione del corso.

A breve le date e i dettagli per l'iscrizione.

 

LABORATORIO TEATRALE PER ADOLESCENTI

LABORATORIO TEATRALE PER ADOLESCENTI - TEATRO BLU MILANO

 

Come costruire e interpretare una storia nuova con gli altri.

Condotto da Irene Quartana 

 Per i ragazzi la vita sociale è una bellissima esperienza che in alcuni momenti può essere atroce. Ogni situazione è una premiere e non hai la possibilità di fare le prove generali. Un laboratorio teatrale per un adolescente  è un luogo dove divertirsi e sperimentare la ricerca di sé attraverso la relazione con gli altri in un ambiente non giudicante. Non esiste giusto o sbagliato, non servono doti o capacità artistiche e ogni partecipante viene valorizzato nella sua unicità. Insieme è possibile creare e interpretare una storia, provando emozioni e intenzioni diverse, riprovando fino all’esito desiderato.

 Tre buoni motivi per frequentare un Laboratorio Teatrale  

  1. provare il palcoscenico
  2. conoscere meglio te stesso e le tue potenzialità
  3. divertirsi a costruire uno spettacolo insieme agli altri 

Ti potrebbe interessare espresso repubblica indagine giovani 2017 

Se il laboratorio ti ha incuriosito e vuoi proporlo ai tuoi ragazzi prenota una lezione di prova a: info@teatroblu.org o telefona a 380 28 12 735.